Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 Aprile;58(2) > Minerva Chirurgica 2003 Aprile;58(2):167-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2003 Aprile;58(2):167-74

lingua: Italiano

Deiscenze anastomotiche in chirurgia tradizionale del colon-retto

Abete M., Ronchetti V., Casano A., Pescio G.


PDF  


Obiettivo. In chirurgia tradizionale del colon-retto la deiscenza anastomotica rappresenta una delle complicanze più temibili per la sua elevata incidenza (5-10%) che provoca una mortalità del 10-33%. Scopo dello studio è ricercarne i principali fattori causali nell'ambito della letteratura e, retrospettivamente, della propria casistica.
Metodi. Dal 1° settembre 1997 al 31 agosto 2001 presso la Divisione di Chirurgia Generale dell'Ospe-dale di Imperia sono stati praticati 278 interventi con anastomosi sull'intestino crasso di cui 37 (13,3%) in urgenza. I pazienti erano 153 di sesso maschle (55%) e 125 di sesso femminile (45%) con età media di 70,5 anni (range 41-94). La degenza media è stata di 12 giorni (range 7-45).
Risultati. La mortalità postoperatoria è stata del 1,1% (3 casi); le deiscenze anastomotiche si sono verificate in 4 casi (1,4%), uno dei quali mortale. L'analisi della casistica presentata ha confermato quali fattori di rischio di deiscenza la sede distale dell'anastomosi, la patologia neoplastica, l'esperienza del chirurgo e la radioterapia preoperatoria. Non si sono evidenziate deiscenze dopo interventi in urgenza probabilmente per un atteggiamento di prudenza che prevede interventi in più tempi in pazienti a rischio e la colectomia subtotale-totale di principio a intento radicale nell'urgenza occlusiva oncologica del colon sinistro.
Conclusioni. L'incidenza di deiscenza anastomotica in chirurgia colo-rettale si riduce se l'intervento è praticato in condizioni ideali; si sottolinea la necessità di conoscenza e padronanza di alcuni requisiti chirurgici, soprattutto nelle situazioni in cui sono presenti fattori di rischio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail