Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2003 February;58(1) > Minerva Chirurgica 2003 February;58(1):57-66

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2003 February;58(1):57-66

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Trattamento chirurgico delle fistole anali. Nostra esperienza relativa a 1.000 pazienti operati in 20 anni

Giordano M., Rebesco B., Blanco G., Torelli I.


PDF  


Obiettivo. Gli Autori, considerando la lunga esperienza maturata nel ventennio compreso tra l'ottobre 1981 e l'ottobre 2001 relativa al trattamento di 1.000 pazienti affetti da fistole anali, rivisitano il problema di questa affezione dal punto di vista etiopatogenetico, classificativo, diagnostico e terapeutico.
Metodi. Il trattamento chirurgico utilizzato è stato quello della Scuola francese di Arnous, metodica che prevede il frazionamento dei tempi operatori e la sezione sfinterica lenta mediante costrizione elastica.
Risultati. I risultati sono stati ottimi col 99,2% di guarigioni complete e scarsi insuccessi o complicanze: 0,5% di guarigione incompleta, 0,3% di recidiva, 1,3% di soiling, 1,5% di incontinenza transitoria ai gas.
Conclusioni. L'adottare una tecnica ineccepibile e seguire assiduamente e minuziosamente il lungo decorso postoperatorio delle ferite chirurgiche, è il presupposto fondamentale per ottenere la guarigione del paziente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail