Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2002 June;57(3) > Minerva Chirurgica 2002 June;57(3):301-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  XV CONGRESSO NAZIONALE DELLA SOCIETÀ POLISPECIALISTICA DEI GIOVANI CHIRURGHI
ORIGINAL ARTICLES


Minerva Chirurgica 2002 June;57(3):301-8

lingua: Inglese, Italiano

Strategia chirurgica nel prelievo di organi addominali da donatori anziani

Nardo B., Catena F., Montalti R., Puviani L., Cavallari G., Beltempo P., Bertelli R., Piazzese E., Pacilè V., Cavallari A.


PDF  


Obiettivo. Non esistono dati in Letteratura sui problemi chirurgici che si possono incontrare durante il prelievo di organi da donatori anziani. Lo scopo del nostro studio è stato di riportare i principali problemi chirurgici che si incontrano durante il prelievo di fegati da donatori di età superiore a 70 anni e durante il trapianto di questi organi.
Metodi. L'analisi è stata condotta nel periodo compreso tra aprile 1986 e dicembre 2001, in cui sono stati effettuati 686 OLT in 599 pazienti presso il Centro Trapianti di Fegato dell'Ospedale S. Orsola di Bologna. In particolare sono stati prelevati 68 fegati da donatori di 75,4±4,5 anni (range 70-87). La morte cerebrale in 58 casi è stata secondaria ad emorragia cerebrale spontanea e in 10 casi a trauma. Tredici donatori avevano subito un pregresso intervento cardiovascolare. Tre soggetti avevano un aneurisma dell'aorta addominale, rispettivamente di 5, 6 e 7 cm di larghezza, che coinvolgeva anche le arterie iliache e che non erano stati diagnosticati prima della procedura del prelievo. In 60 casi era presente aterosclerosi.
Risultati. Su 68 pazienti sottoposti a trapianto di fegato con organi da donatori di età superiore a 70 anni, abbiamo osservato 13 complicanze arteriose (19,1%): 7 trombosi dell'arteria epatica, 3 stenosi dell'arteria epatica, 1 trombosi del graft iliaco, 1 rottura di aneurisma dell'arteria splenica ed 1 rottura dell'arteria epatica che hanno comportato il decesso per emoperitoneo. Si sono verificate 4 primary non-function trattate con il ritrapianto. La sopravvivenza dei graft ad 1 e 3 anni è risultata rispettivamente del 74 e 56,2%, mentre quella dei pazienti è risultata del 85,8 e 72,5%.
Conclusioni. La tecnica del prelievo nei donatori anziani non differisce sostanzialmente dalla procedura standard, tuttavia è necessaria un'adeguata esperienza chirurgica da parte dell'operatore al fine di ottimizzare gli organi disponibili prelevati anche da donatori anziani.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail