Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2002 April;57(2) > Minerva Chirurgica 2002 April;57(2):237-48

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLO SPECIALE  


Minerva Chirurgica 2002 April;57(2):237-48

lingua: Inglese

A review of telemedicine in vascular surgery

Minion D. J., Sprang R., Endean E. D.


PDF  


Con il termine di telemedicina si intende l'erogazione di assistenza medica a distanza mediante sistemi di telecomunicazione. La tecnica è stata utilizzata nell'ambito di molte specialità mediche. A livello base, la telemedicina può far ricorso al telefono o al fax. Livelli di impiego più elevati comportano la trasmissione di immagini ferme, spesso definita come «tecnologia di immagazzinamento e trasmissione dei dati», oppure l'impiego di un video interattivo in grado di ricevere e trasmettere dati in tempo reale. La prima tecnica si può avvalere delle normali linee di telefonia o di Internet ed è stata usata con successo in discipline «visive», come radiologia e dermatologia. La seconda richiede linee di comunicazione a elevata ampiezza di banda, e pertanto risulta assai più costosa. Questo articolo analizza in modo specifico l'impiego della telemedicina in chirurgia vascolare. Indagini iniziali hanno dimostrato che la tecnologia di «immagazzinamento e trasmissione dati» può essere usata per valutare e trattare in maniera adeguata le ferite nei pazienti vasculopatici. Uno studio recente ha descritto l'impiego della video-tecnologia interattiva per la valutazione a distanza di molteplici patologie vascolari. La diagnosi e le indicazioni terapeutiche fornite dal «tele-specialista» risultarono sovrapponibili a quelle poste sulla base dell'esame diretto dei pazienti, che si dimostrarono molto soddisfatti della «tele-assistenza» ricevuta. In conclusione, la telemedicina, seppur di impiego non comune in chirurgia vascolare, offre la possibilità di incrementare l'accesso a un'assistenza specialistica e diminuire al contempo gli spostamenti del paziente o del medico. L'impiego della telemedicina in chirurgia vascolare è destinato a diffondersi in rapporto alla progressiva evoluzione della tecnica e alla riduzione dei costi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail