Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2002 April;57(2) > Minerva Chirurgica 2002 April;57(2):229-36

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,115


eTOC

 

NOTE DI TECNICA  


Minerva Chirurgica 2002 April;57(2):229-36

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Utilizzazione del lembo muscolo-cutaneo di obliquo esterno nella ricostruzione della parete toracica dopo mastectomia allargata

Cordova A., Stagno D’Alcontres F., Corradino B., Napoli P., Latteri F., Moschella F.


PDF  


Gli Autori descrivono l'impiego di un lembo muscolo-cutaneo di obliquo esterno per la ricostruzione delle ampie perdite di sostanza della parete toracica dopo mastectomia.
Il lembo viene disegnato sulla parete addominale omolaterale al deficit come lembo di avanzamento e rotazione a V-Y peduncolato lateralmente.
Il lembo si estende dalla linea ascellare posteriore alla linea alba, l'apporto ematico è dato dai rami perforanti muscolo-cutanei delle arterie intercostali.
La mobilizzazione inizia medialmente, includendo nel lembo la fascia anteriore del muscolo retto, lo scollamento continua in un piano tra il muscolo obliquo interno e l'esterno fino alla linea ascellare posteriore. La parete addominale, dopo la mobilizzazione del lembo, viene rinforzata mediante la plicatura della fascia del muscolo obliquo interno.
Questa tecnica è stata utilizzata su 13 pazienti con ampi deficit della parete toracica dopo mastectomia allargata. In un solo caso è stata osservata una necrosi cutanea marginale di circa 2 cm.
Questo lembo differisce dagli altri lembi di obliquo esterno, precedentemente descritti, per differenti innovazioni tecniche che permettono di ottenere risultati migliori dal punto di vista sia funzionale sia estetico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail