Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2002 Aprile;57(2) > Minerva Chirurgica 2002 Aprile;57(2):203-12

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2002 Aprile;57(2):203-12

lingua: Italiano

Il carcinoide maligno dell'ultima ansa ileale. Presentazione di due casi clinici consecutivi

Russo A., Buccianelli E., Aloise F., Veltroni A.


PDF  ESTRATTI


I carcinoidi, rare neoplasie derivanti dalle cellule enterocromaffini, appartenenti alla categoria degli Apudomi, si pongono in una fascia di malignità intermedia, grazie alla lunga latenza clinica e lenta evoluzione verso lo stadio avanzato. Ciò è purtroppo allo stesso tempo causa della discreta percentuale di metastasi linfonodali ed epatiche, registrabili alla prima osservazione diagnostica, complici anche l'aspecificità sintomatologica, soprattutto riguardante le forme ad estrinsecazione digiuno-ileale, come i due casi descritti, e la frequentissima assenza, nella pratica clinica corrente, della patognomonica sindrome da carcinoide. Vengono illustrati due carcinoidi localizzati all'ultima ansa ileale, in prossimità della valvola ileo-cecale, l'uno accompagnato da positività linfonodale, l'altro da una metastasi solitaria al fegato, che ha richiesto, oltre all'emicolectomia destra, anche una sub-segmentectomia epatica.

inizio pagina