Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2002 Aprile;57(2) > Minerva Chirurgica 2002 Aprile;57(2):123-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2002 Aprile;57(2):123-8

lingua: Italiano

Fistole biliari post-colecistectomia laparoscopica. Risultati del trattamento endoscopico

De Palma G. D., Iuliano G. P., Puzziello A., Manfre-dini S., Masone S., Persico G.


PDF  


Obiettivo. Valutare l'efficacia e la sicurezza del trattamento endoscopico nelle fistole post-colecistectomia laparoscopica.
Metodi. Sono stati esaminati, in maniera retrospettiva, i dati di 64 pazienti. La procedura è consistita nella sfinterotomia con eventuale posizionamento di una protesi biliare o di un sondino naso-biliare, in rapporto al grado della fistola. In presenza di litiasi residua si è proceduto all'estrazione dei calcoli.
Risultati. Il moncone cistico era la sede della fistola in 50 casi, un dotto di Luschka in 4 casi, il coledoco in 6 casi e l'epatico di destra in 4 casi. In 21 casi fu diagnosticata una litiasi residua ed in 4 una stenosi papillare. Il trattamento è consistito in una sfinterotomia in 25 casi associata ad estrazione dei calcoli in 21 casi con posizionamento di un sondino naso-biliare e dal posizionamento di una protesi nei rimanenti. La guarigione della fistola si è ottenuta nel 96,9% dei casi, in media 3 giorni dopo il trattamento nei casi di litiasi associata o stenosi papillare e 6,5 giorni nei casi restanti. Le complicanze sono consistite in 2 casi di pancreatite lieve.
Conclusioni. Il trattamento endoscopico rappresenta il trattamento di scelta delle fistole biliari dopo colecistectomia laparoscopica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail