Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2002 Febbraio;57(1) > Minerva Chirurgica 2002 Febbraio;57(1):93-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2002 Febbraio;57(1):93-6

lingua: Inglese

Pitfalls in surgical resuscitation

Bonanno F. G.


PDF  


Il tempismo diagnostico e di intervento insieme con la comprensione della fisiologia e la conoscenza dell'anatomia sono essenziali per il successo nella pratica della chirurgia in generale e della chirurgia d'urgenza in particolare. Sia un eccesso di trattamento, per esempio il sovraccarico di fluidi in un'emorragia tamponata da rottura retroperitoneale di un aneurisma dell'aorta addominale, o un difetto di trattamento come il ritardato arresto di emorragia massiva da transezione dell'arteria femorale superficiale sopra il ginocchio, possono entrambi portare a risultati disastrosi o al decesso del paziente. Il controllo prossimale delle arterie lesionate è un passo obbligatorio prima del trattamento e in situazioni di emergenza deve essere effettuato rapidamente: l'arteria femorale può essere facilmente aggredita all'inguine in anestesia locale, l'aorta addominale può essere rapidamente controllata con compressione digitale allo iato esofageo attraverso l'area avascolare del legamento gastroepatico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail