Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2002 Febbraio;57(1) > Minerva Chirurgica 2002 Febbraio;57(1):1-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

 

Minerva Chirurgica 2002 Febbraio;57(1):1-6

 ARTICOLI ORIGINALI

Chirurgia laparoscopica per diverticolite del colon

Lauro A., Alonso Poza A., Cirocchi R., Doria C., Gruttaduria S., Giustozzi G., Wexner S. D.

Obiettivo. Sempre più frequente è il ricorso alla chirurgia laparoscopica per le patologie del colon-retto; alcuni gruppi cercano di eseguire anche il trattamento delle forme complicate di diverticolite (ascessi e/o fistole). I risultati riportati nella Letteratura internazionale sono ancora controversi, specialmente in termini di durata dell'intervento, frequenza delle conversioni laparotomiche e morbilità postoperatoria. Scopo di questo studio è quello di effettuare un'analisi sui risultati del trattamento laparoscopico o laparotomico eseguito per malattia diverticolare del colon nei pazienti ricoverati in un triennio presso il Dipartimento di Chirurgia colo-rettale della Cleveland Clinic Florida.
Metodi. In questo studio è stata eseguita un'analisi retrospettiva su 57 pazienti con malattia diverticolare del colon, ricoverati tra il gennaio 1996 ed il dicembre 1998 presso la C.C.F. (Cleveland Clinic Florida) sottoposti in elezione ad intervento chirurgico laparoscopico o laparotomico. I risultati dei 2 gruppi sono stati sottoposti ad analisi comparativa.
Risultati. Dei 57 pazienti trattati solo 15 sono stati sottoposti ad un intervento laparoscopico. La maggior parte dei pazienti è stata trattata per diverticolite non complicata; 22 dei 42 pazienti (53%) sottoposti ad intervento chirurgico laparotomico presentavano una diverticolite complicata (ascessi, fistole o stenosi), mentre 12 dei 15 pazienti sottoposti ad intervento chirurgico laparoscopico (80%) sono stati trattati per diverticolite non complicata. Per quel che riguarda la durata dell'intervento chirurgico ci sono state differenze significativamente statistiche: 152 min nel gruppo laparotomico vs 209 in quello laparoscopico; non ci sono state invece differenze nella frequenza di complicanze intraoperatorie, di trasfusioni e nel numero di drenaggi posizionati (p=0,66). Il decorso postoperatorio ha presentato differenze significative in termini di ricomparsa della peristalsi intestinale, utilizzo della PCA e degenza postoperatoria.
Conclusioni. In questo studio retrospettivo il trattamento laparoscopico della diverticolite del colon ha presentato dei vantaggi: minor dolore postoperatorio, più rapida ripresa della peristalsi intestinale e diminuzione della degenza postoperatoria. La resezione laparoscopica del sigma per diverticolite è superiore e rappresenta il trattamento di elezione dei casi non complicati.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina