Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2001 Dicembre;56(6) > Minerva Chirurgica 2001 Dicembre;56(6):593-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

 

Minerva Chirurgica 2001 Dicembre;56(6):593-8

 ARTICOLI ORIGINALI

Influenza prognostica della colonizzazione neoplastica del moncone bronchiale dopo resezione polmonare anatomica per NSCLC

Mezzetti M., Panigalli T., Scarlata P.

Obiettivo. Questo studio affronta il problema del residuo neoplastico a livello del margine di resezione bronchiale. Sebbene sia intuibile la rilevanza prognostica di un residuo macroscopico, resta da chiarire il ruolo di quello microscopico e la migliore strategia per affrontare tale problema.
Metodi. Dal 1976 al 1998 sono stati operati 2350 pazienti per cancro del polmone, di cui 43 (pari al 1,8%) con malattia residua al moncone bronchiale. 27 pazienti, trattati conservativamente, sono stati seguiti almeno 3 anni: a tutti è stata proposta la radioterapia adiuvante mirata sul moncone bronchiale, e somministrata in 20; quattro pazienti sono stati trattati con polichemioterapia sistemica. La stadiazione postoperatoria ha dimostrato la prevalenza di pazienti in stadio IIIa (17) seguiti da IIb (8) e IIa (2).
Risultati. A 3 anni dall'intervento chirurgico sono in vita 8 pazienti (29%), di cui 7 liberi da malattia. Di questi otto, 7 erano stati trattati con radioterapia (35% di quelli sottoposti a tale trattamento) ed 1 con chemioterapia. Il trattamento adiuvante ha causato solo complicanze minori quali broncopolmonite attinica in 5 pazienti, senza necessità di interrompere la cura.
Conclusioni. Le sopravvivenze osservate sono comparabili con quelle del pool di pazienti senza residuo (R-) in medesimo stadio. Verranno discussi i nostri risultati, favorevoli all'ampliamento della resezione negli stadi iniziali ed alla somministrazione di terapia adiuvante in ogni caso, e il significato dell'interessamento mucoso (MRD) rispetto a quello extramucoso (EMRD), l'efficacia dell'esame istologico estemporaneo e le nostre indicazioni terapeutiche in base allo stadio ed all'istotipo.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina