Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2001 Agosto;56(4) > Minerva Chirurgica 2001 Agosto;56(4):393-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2001 Agosto;56(4):393-8

lingua: Italiano

La chirurgia polmonare dell¹anziano. Attuali orientamenti terapeutici

Tosato F., Marano S., Corsini P., Palermo S., Piraino A., Monsellato I., Carnevale L., Scocchera F., Vasapollo L., Paolini A.


PDF  


Negli ultimi decenni si è visto come è cambiato l'orientamento nei confronti della chirurgia polmonare nell'anziano.
Questo mutamento è dettato da molteplici motivi quali l'aumento di incidenza del carcinoma polmonare in ogni fascia d'età ma soprattutto nell'anziano. Maggiore è inoltre l'incidenza di diagnosi precoce nei soggetti al di sopra di 70 anni.
Un altro motivo è legato all'aumento dell'età media che ha suscitato maggiore interesse nei confronti della chirurgia polmonare nell'anziano.
Altri due parametri da analizzare sono senz'altro l'aumento dell'aspettativa di vita negli anni '90 e il continuo perfezionamento tecnologico che permette una diagnosi più precisa e affidabile.
Nel momento in cui si è stabilita l'operabilità nell'anziano bisogna individuare quale possa essere il tipo di exeresi più appropriata. Tale decisione si basa su una valutazione preoperatoria in funzione della capacità cardiocircolatoria e respiratoria.
Si apre, a questo punto, una nuova tematica legata alla via d'accesso: toracotomica o toracoscopica, che ci permette di affermare che la via toracotomica dovrebbe essere il più possibile conservativa e che la via toracoscopica è valida soprattutto nelle lesioni polmonari secondarie e nei casi di dubbia operabilità per evitare una toracotomia esplorativa.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail