Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2001 Aprile;56(2) > Minerva Chirurgica 2001 Aprile;56(2):133-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2001 Aprile;56(2):133-8

lingua: Italiano

L'esperienza videolaparoscopica del chirurgo generale di fronte alle urgenze rivelatesi ginecologiche

Schietroma M., Recchia C. L., Carlei F., Rossi M., Enang G. N., Pistoia M. A., Orsini S., Simi M.


PDF  


Introduzione. La laparoscopia eseguita in urgenza, come approccio diagnostico-terapeutico, riveste un ruolo molto importante nelle patologie chirurgiche la cui diagnosi preoperatoria è dubbia. In letteratura il suo utilizzo routinario non è bene codificato sia per il recente utilizzo della tecnica mini invasiva sia per la recente estensione alle urgenze chirurgiche. Scopo di questo studio è quello di dare un contributo valido, atto a valutare l'efficacia e fattibilità di questo approccio chirurgico.
Metodi. È stata presentata un'esperienza di sei anni, relativa all'impiego della laparoscopia nelle urgenze chirurgiche per patologie che, misconosciute preoperatoriamente nonostante l'utilizzo di svariate metodiche strumentali, si sono rivelate, al tavolo operatorio, di pertinenza ginecologica. Gli interventi eseguiti sono stati: cistectomia ovarica in 4 casi (25%), salpingectomia in 2 casi (12,5%), annessiectomia in 6 casi (37,5%), miomectomia in 3 casi (18,75%), una revisione ed emostasi in 1 caso (6,25%).
Risultati. Non sono state registrate conversioni a cielo aperto né complicanze postoperatorie maggiori. La durata dell'intervento è risultata minore rispetto a quella comunemente riportata in chirurgia aperta ed il ritorno ad una normale attività fisica è stato più rapido.
Conclusioni. I risultati di questo studio contribuiscono a dimostrare che l'approccio laparoscopico, nelle urgenze chirurgiche, costituisce un valido ed efficace strumento diagnostico-terapeutico. Tale procedura è particolarmente applicabile nel trattamento di pazienti con addome acuto di incerta diagnosi o quando la diagnosi più probabile è da confermare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail