Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2001 Aprile;56(2) > Minerva Chirurgica 2001 Aprile;56(2):125-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2001 Aprile;56(2):125-32

lingua: Italiano

Trattamento chirurgico della malattia emorroidaria con stapler circolare (Analisi di 60 casi operati)

Farinetti A., Saviano M., Quaranta N., Monni S.


PDF  


Obiettivo. Gli Autori presentano la loro esperienza nel trattamento della malattia emorroidaria mediante l'impiego di una suturatrice meccanica circolare, allo scopo di verificare l'efficacia della tecnica.
Metodi. Viene descritta la tecnica chirurgica ‹ conducendo presso la Clinica Chirurgica del Policlinico di Modena un'indagine comparativa ‹ che, realizzando di fatto una transezione mucoemorroidaria trasversale grazie all'applicazione di una suturatrice circolare al di sopra della giunzione anorettale, permette di realizzare in un tempo unico, con tecnica rapida e miniinvasiva, un intervento radicale che associa alla resezione dei pacchetti emorroidari e della mucosa prolassata il fissaggio della mucosa residua al canale anale e la correzione della ipertensione e della stasi ematica negli spazi venosi mediante interruzione dei rami terminali della arteria emorroidaria superiore. Sono stati arruolati pazienti di età superiore ai 18 anni, di entrambi i sessi affetti da prolasso emorroidario di II, III e IV grado con indicazione all'intervento chirurgico. Si rimanda ad un ulteriore contributo l'analisi di un follow-up a distanza inerente eventuali complicanze tardive dei 60 casi selezionati.
Risultati. La tecnica risulta relativamente agevole, di rapida esecuzione, gravata da dolore modesto e da complicanze postoperatorie non rilevanti.
Conclusioni. La degenza ospedaliera limitata a poche ore, il rapido recupero fisico e l'assenza di cicli di medicazioni ambulatoriali proprie di questa tecnica chirurgica, paragonabile ad una emorroidectomia interna chiusa, con indubbi vantaggi anche di ordine psicologico e sociale, sembrano giustificare ampiamente anche in termini economici e gestionali il costo di per sé più elevato legato all'uso della suturatrice meccanica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail