Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2001 Febbraio;56(1) > Minerva Chirurgica 2001 Febbraio;56(1):31-40

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 2001 Febbraio;56(1):31-40

lingua: Italiano

Nuova metodica conservativa nel trattamento delle fistole digestive postoperatorie (Chiusura meccanica con catetere con palloncino)

Farsi M., Campaioli M., Caldini G., Sarteanesi A., Picchi G., Sanna A., Menici F., Favi P.


PDF  


Obiettivo. Le fistole digestive rappresentano una temibile complicanza di osservazione comune nei reparti chirurgici in un'epoca in cui l'allungamento della vita media ed il miglioramento delle teniche chirurgiche e rianimatorie inducono ad eseguire interventi più aggressivi in pazienti a più alto rischio operatorio. Non sempre facile è la gestione della fistola digestiva la cui terapia può essere conservativa (NPT) o chirurgica. Abbiamo utilizzato una metodica alternativa di chiusura meccanica della fistola con catetere a pallone con lo scopo di facilitare la risoluzione della patologia in pazienti in cui la terapia medica non mostrava risultati soddisfacenti.
Metodi. Sono stati trattati 7 pazienti affetti da fistole postoperatorie dopo diversi interventi per patologia neoplastica dell'apparato digerente. Le fistole sono state chiuse con catetere a pallone (Foley o Fogarthy) previo controllo radiologico e/o endoscopico. Dopo il posizionamento del catetere è stata ripresa l'alimentazione per os ed in alcuni casi il paziente è stato dimesso. Si è proceduto al progressivo sgonfiaggio del pallone fino alla rimozione del catetere nell'arco di 10 giorni circa.
Risultati. In 6 casi abbiamo ottenuto la guarigione completa della fistola entro 10 giorni dal posizionamento del catetere. In un caso è stato necessario il reintervento chirurgico.
Conclusione. Pur in una casistica esigua ma varia per sede e tipologia delle fistole, abbiamo constatato l'ottima riuscita di questa metodica che consente la guarigione in tempi rapidi grazie alla precoce rialimentazione del paziente, nonchè la riduzione dei costi per la ridotta ospedalizzazione ed il ridotto consumo di farmaci costosi (NPT).

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail