Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2000 Dicembre;55(12) > Minerva Chirurgica 2000 Dicembre;55(12):847-54

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877

 

Minerva Chirurgica 2000 Dicembre;55(12):847-54

 ARTICOLI ORIGINALI

Linfoadeniti cervicali da micobatteri (Nostra esperienza)

Messina M., Carfagna L., Meucci D., Ferrucci E., Tallarico R.

Obiettivo. Le infezioni da micobatteri, nel loro insieme, sono quadri estremamente complessi, sia per le manifestazioni cliniche proteiformi, sia per la molteplicità delle specie batteriche coinvolte, sia per la variegata sensibilità alla terapia medica. Gli Autori rivedono retrospettivamente la propria casistica e valutano il management delle linfoadeniti cervicali da micobatteri in età pediatrica.
Metodi. Dal 1975 al 1998, presso la cattedra di Chirurgia Pediatrica dell'Università degli Studi di Siena, sono stati osservati 88 bambini con linfoadenopatia laterocervicale. Tra questi, 29 bambini, di età compresa tra 14 mesi e 13 anni, sono risultati affetti da linfoadenopatia sostenuta da micobatteri. Il trattamento terapeutico di scelta è stato l'associazione della terapia chirurgica con quella antibiotica. Questa condotta ha consentito di intervenire efficacemente sia sulle lesioni avanzate, in colliquazione attiva, che su quelle in progressione.
Risultati. I risultati ottenuti sono stati positivi: si è avuta una totale risoluzione del quadro, con buoni risultati estetici, nel 93,2% dei casi. Nel 6,8% dei casi si è avuta recidiva, per cui si è reso necessario un reintervento.
Conclusioni. Alla luce della casistica, siamo concordi con la Letteratura internazionale nell'affermare, che nei casi di linfoadenopatia sostenuta da micobatteri, sia necessario l'intervento terapeutico combinato tra l'infettivologo ed il chirurgo. Ancora oggi, comunque, la controversia sul management di una patologia così importante e complessa resta aperta ed articolata.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina