Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2000 Novembre;55(11) > Minerva Chirurgica 2000 Novembre;55(11):779-86

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Chirurgica 2000 Novembre;55(11):779-86

lingua: Italiano

Il trattamento del dolore nel paziente oncologico

Bertolaccini L., Olivero G.


PDF  ESTRATTI


Il 65-85% circa dei pazienti neoplastici in fase avanzata riferisce dolore. Il dolore è spesso trattato in maniera inadeguata quando potrebbe essere controllato in modo semplice nella maggior parte dei casi. È importante cercare di raggiungere alcuni obiettivi quali il controllo del dolore durante la notte, a riposo e durante il movimento. Il dolore si suddivide in dolore somatico derivante dalla stimolazione dei tradizionali nocicettori, in dolore viscerale ed in dolore neuropatico determinato dalla lesione delle fibre nervose. Nel medesimo paziente possono coesistere i tre tipi di dolore. Le terapie farmacologiche sono il principale modo di trattamento del dolore oncologico. Le tre maggiori classi di farmaci (FANS, analgesici oppioidi ed analgesici adiuvanti) vengono utilizzate singolarmente od in combinazione. Dal momento che gli effetti collaterali degli analgesici oppioidi possono limitare la loro utilità devono essere monitorizzati per un trattamento attento. L'uso appropriato di trattamenti invasivi nei pazienti con malattia avanzata che non rispondono alla terapia orale può alleviare il dolore da cancro nel 10-30% dei casi. Tali procedure adiuvanti dovrebbero consentire al paziente di ridurre le dosi d'analgesici sistemici ed i loro effetti collaterali o far ottenere un maggior controllo del dolore alle dosi correnti. Le procedure invasive vengono classificate in blocchi del tessuto nervoso autonomo, dei nervi periferici e del nevrasse. In conclusione, l'abilità a fornire una valutazione complessiva del paziente con dolore, la somministrazione competente di farmaci analgesici e l'informazione del paziente e della famiglia è alla base del trattamento del dolore da neoplasia.

inizio pagina