Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2000 Settembre;55(9) > Minerva Chirurgica 2000 Settembre;55(9):635-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

NUOVE TECNOLOGIE  


Minerva Chirurgica 2000 Settembre;55(9):635-42

lingua: Italiano

Sistemi di posizionamento per Solo Chirurgia Endoscopica

Arezzo A., Testa T., Ulmer F., Schurr M. O., Degregori M., Buess G. F.


PDF  


Obiettivo. La chirurgia endoscopica ha assunto una importanza indiscussa nell'ambito della chirurgia generale, come pure della chirurgia specialistica. L'introduzione in chirurgia della tecnologia robotica ha di recente portato allo sviluppo di sistemi di nuovi posizionamenti per chirurgia endoscopica. Essi permettono un controllo diretto delle procedure endoscopiche da parte del chirurgo operatore, la cui visione, per esempio, attualmente dipende dall'assistente responsabile di posizionare la telecamera secondo il suo desiderio.
Metodi. Abbiamo sperimentato diversi sistemi di posizionamento di ottica e strumenti endoscopici rigidi per laparoscopia, alcuni dei quali di nostra concezione. Oltre 400 interventi di colecistectomia sono stati eseguiti da sei diversi chirurghi su manichini con inserti di organi animali. I sistemi sperimentati sono stati AESOP (Computer Motion, Goleta), sia con controllo a pedale, sia vocale, ENDOASSIST (Armstrong Helthcare Co., UK), controllato per mezzo di un elmetto indossato dal chirurgo, FIPS Endoarm (Karlsruhe Research Center, Germania), controllato sia mediante un joystick sia mediante comando vocale, ed il sistema passivo TISKA Endoarm (Karlsruhe Research Center, Germania). Sono state messe a confronto combinazioni di due sistemi, uno come posizionatore dell'ottica, ed uno come posizionatore di uno strumento retrattore.
Risultati. I test su manichino, preferiti per la costanza delle condizioni, hanno dimostrato la fattibilità degli esperimenti in condizioni di Solo Surgery, evidenziando pregi e limiti dei diversi sistemi. In particolare sono state apprezzate dai diversi chirurghi la intuitività di utilizzo del sistema TISKA Endoarm, come posizionatore sia dello strumento retrattore, sia dell'ottica, malgrado si tratti di un apparecchio a movimento passivo. Fra i sistemi a controllo remoto testati quali posizionatori di ottica, l'utilizzo di FIPS Endoarm governato mediante joystick è risultato particolarmente intuitivo ed ha fatto registrare i migliori risultati in termini di tempo impiegato per completare le procedure. Il tempo richiesto è risultato addirittura inferiore rispetto ad un gruppo di controllo consistente in assistenza umana.
Conclusioni. La Solo Chirurgia endoscopica ha dimostrato nella nostra esperienza di essere applicabile alla pratica clinica. Ciò porterà numerosi vantaggi in termini di precisione delle azioni chirurgiche, risparmio di tempo e di risorse umane, con conseguente riduzione dei costi di gestione. Non vi è dubbio che questa tecnica rappresenti un ulteriore passo avanti nella applicazione della tecnologia in chirurgia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail