Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 2000 Luglio-Agosto;55(7-8) > Minerva Chirurgica 2000 Luglio-Agosto;55(7-8):545-8

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 2000 Luglio-Agosto;55(7-8):545-8

lingua: Italiano

Linfoma primitivo della tiroide a larghe cellule B (A proposito di due casi)

Vicentini L., Grossano L., Pruneri G., Roncaglia O.


PDF  ESTRATTI


Gli Autori descrivono 2 casi di linfoma primitivo della tiroide a larghe cellule B.
In entrambi i casi la presentazione della malattia fu tipica: rapido aumento di volume di tumefazione tiroidea in due soggetti di sesso femminile nel VI decennio di vita.
La diagnosi, dubbia alla clinica e all'ecografia fra carcinoma indifferenziato e linfoma tiroideo, fu precisata dalla lettura di prelievo citologico eseguito mediante FNAB.
Le pazienti furono sottoposte ad intervento chirurgico radicale che permise la corretta stadiazione pur in presenza di linfonodi laterocervicali ingranditi.
L'esame istologico del pezzo di resezione chirurgica evidenziò la presenza di linfoma non-Hodgkin a grandi cellule B con espressione all'esame immunofenotipico dell'antigene leucocitario comune e degli antigeni B associati CD20, CD74, CDW75 e CD79A. In entrambi i casi fu effettuata chemioterapia e radioterapia.

inizio pagina