Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 1999 September;54(9) > Minerva Chirurgica 1999 September;54(9):559-64

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Chirurgica 1999 September;54(9):559-64

lingua: Italiano

Chirurgia laparoscopica d'urgenza: un'esperienza ospedaliera

Agresta F., Piazza A., Michelet I., Bedin N., Sartori C. A.


PDF  


Obiettivo. La vasta diffusione e l'applicazione sempre più spinta della chirurgia laparoscopica induce ad allargare la discussione sulla sua validità ed utilità diagnostico-terapeutica nella chirurgia addominale «d'urgenza». Valutare l'efficacia della chirurgia laparoscopica, alla luce di quanto riportato nella Letteratura Internazionale e in relazione alle nostre realtà Ospedaliere.
Metodi. Da aprile 1994 a maggio 1998, su 1016 interventi chirurgici addominali d'urgenza eseguiti presso le nostre Divisioni, 783 (77%) hanno avuto un approccio laparoscopico con fine diagnostico - terapeutico: occlusione intestinale: 26 casi; patologia ulcerosa gastro-duodenale: 15 casi; patologia epato-biliare: 398 casi; patologia «pelvica»: 305 casi; patologia colica: 39 casi. Essi rappresentano il 24,4% di tutte le procedure laparoscopiche da noi eseguite nel medesimo periodo. Abbiamo preferito un immediato accesso laparotomico nel caso di pazienti con le seguenti caratteristiche: anamnesi di precedente intervento chirurgico per patologia maligna; anamnesi di più di due interventi di chirurgia addominale maggiore; massiva distensione intestinale; pazienti le cui condizioni generali controindicavano un approccio laparoscopico.
Risultati. Il tasso di conversione è stato del 6,2% (49 casi) con una morbilità del 3,4% (25 casi) ed una mortalità dello 0,2% (2 casi). Una diagnosi definitiva è stata posta in 763 pazienti (97,4%) con la possibilità di trattarne, sempre per via laparoscopica, 719 di essi (94,2%).
Conclusioni. Crediamo giusto considerare l'approccio laparoscopico alle emergenze addominali un modello fattibile e sicuro con elevate potenzialità di diagnosi e terapia se opportunamente eseguito da un'équipe esperta ed affiatata. L'aumentata esperienza in chirurgia mini-invasiva ed il miglioramento dello strumentario fanno ritenere l'approccio laparoscopico una valida alternativa a quello laparotomico anche di fronte alle emergenze addominali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail