Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 1999 Giugno;54(6) > Minerva Chirurgica 1999 Giugno;54(6):447-50

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 1999 Giugno;54(6):447-50

lingua: Italiano

Perforazione di linfoma non-Hodgkin del cieco dopo chemioterapia (Valutazione clinica e strategia terapeutica)

La Ganga V., Arata A., Rossi G., Di Ponzio D.


PDF  


I linfomi non-Hodgkin primitivi del cieco sono molto rari. Riportiamo il caso clinico di un'anziana signora sottoposta, di propria scelta, preliminarmente a chemioterapia con conseguente perforazione cecale da necrosi tumorale, alcuni giorni dopo l'esecuzione del primo ciclo. Si analizza il protocollo diagnostico, clinico e terapeutico, tenendo conto anche della rarità dei casi clinici descritti. L'asportazione chirurgica sembra comunque consigliabile per le forme ancora delimitate (stadi I e II) onde evitare le complicanze chirurgiche derivanti dall'impiego della chemioterapia di prima istanza e per poter con più precisione stadiare la neoplasia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail