Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 1999 Giugno;54(6) > Minerva Chirurgica 1999 Giugno;54(6):433-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Chirurgica 1999 Giugno;54(6):433-6

lingua: Italiano

Su di un caso di ostruzione intestinale da migrazione di endoprotesi esofagea

Berti S., Gianquinto D., Celoria G. M., Stefani R., Falco E.


PDF  


La dilatazione endoscopica e lo stenting esofageo sono le procedure di scelta nel trattamento delle stenosi dell'anastomosi esofago-gastrica dopo interventi di esofagectomia, poiché procurano una remissione immediata della disfagia con un basso rischio di complicanze immediate.
Una complicanza tardiva descritta, la migrazione protesica, in genere è facilmente diagnosticata e viene trattata, quando è possibile, endoscopicamente.
Viene qui riportato un caso in cui una migrazione protesica, arrestatasi alle ultime anse del tenue, ha avuto come quadro d'esordio l'occlusione intestinale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail