Home > Riviste > Minerva Chirurgica > Fascicoli precedenti > Minerva Chirurgica 1999 Gennaio-Febbraio;54(1-2) > Minerva Chirurgica 1999 Gennaio-Febbraio;54(1-2):97-106

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CHIRURGICA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,877


eTOC

 

NOTE DI TECNICA  


Minerva Chirurgica 1999 Gennaio-Febbraio;54(1-2):97-106

lingua: Italiano

L'espansione postoperatoria del lembo miocutaneo di muscolo gran dorsale nella ricostruzione mammaria postmastectomia

Parodi P. C., Osti M., Longhi P., Rampino E., Riberti C.


PDF  


Obiettivo. La ricostruzione mammaria con lembo miocutaneo di gran dorsale ed il contemporaneo inserimento di una protesi, rappresenta una metodica di grande utilità clinica.
Metodi. Presso la Clinica di Chirurgia Plastica dell'Università degli Studi di Udine, dal dicembre 1993 al dicembre 1995, sono state eseguite 21 ricostruzioni mammarie con tale tecnica.
Risultati. Le relativamente modeste sequele funzionali e cicatriziali e la vitalità del tessuto trasposto permettono di ottenere buoni risultati sul piano estetico.
Le contratture capsulari, frequenti in passato, si sono ridotte in percentuale grazie all'utilizzo di materiali protesici tecnologicamente avanzati a superficie testurizzata.
Conclusioni. La possibilità di espandere post-operatoriamente le mammelle ricostruite, mediante espansori definitivi di tipo Becker, ha permesso di ottenere risultati esteticamente validi, anche con mammelle controlaterali ptosiche e/o di grandi dimensioni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail