Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2014 April;62(2) > Minerva Cardioangiologica 2014 April;62(2):161-76

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Cardioangiologica 2014 April;62(2):161-76

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Rilevazione della dissincronia ischemica in pazienti con durata del QRS normale nell’ecocardiografia da sforzo e a riposo (dissincronia in pazienti coronaropatici durante l’esercizio fisico)

Zagatina A. 1, Guseva O. 2, Bartosh-Zelenaya S. Y. 2, Zhuravskaya N. 1

1 Cardiocenter “Medika” St. Petersburg, Russian Federation;
2 Northwestern Medical University n.a. I.I. Mechnikov, St. Petersburg, Russian Federation


PDF  


Obiettivo. I segmenti ischemici non sono in grado di sviluppare una quantità di forza sufficiente durante la sistole per cui teoricamente incominciano a contrarsi più tardi rispetto alle zone non ischemiche. Esistono poche informazioni sui metodi che possono rilevare la dissincronia durante l’esercizio fisico in pazienti con QRS non superiore ai 100 ms. Obiettivo del presente studio è stato quello di confrontare diversi metodi di rilevazione per quanto concerne la dissincronia del movimento ventricolare sinistro in pazienti con significative lesioni stenotiche delle arterie coronarie: doppler tissutale pulsato (pulsed-wave tissue doppler imaging, PW-TDI), deformazione (strain, S) e velocità di deformazione (strain rate, SR).
Metodi. Allo studio hanno preso parte 133 soggetti: 106 pazienti consecutivi con un’angiografia coronarica in programma e una precedente ecocardiografia da sforzo e 27 persone sane. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a una prova da sforzo al cicloergometro in posizione supina.
Risultati. L’angiografia coronarica ha rilevato stenosi in sessantasei pazienti mentre 30 soggetti non presentavano lesioni significative. È stata osservata una differenza rilevabile tra i due gruppi e i controlli per quanto concerne i parametri temporali di contrazione del ventricolo sinistro, prima e durante l’esercizio fisico, utilizzando tutti i metodi Doppler. I sottogruppi di pazienti senza precedente infarto del miocardio e senza ipertrofia del ventricolo sinistro avevano gli stessi risultati. La differenza massima è stata osservata utilizzando il metodo della deformazione. Vi è stata una moderata correlazione tra i parametri temporali e l’esistenza di lesioni significative delle arterie coronarie.
Conclusioni. I pazienti senza prolungamenti del QRS con significative lesioni delle arterie coronarie presentano una dissincronia ventricolare sinistra rilevabile prima e durante l’esercizio fisico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

zag_angel@yahoo.com