Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2013 August;61(4) > Minerva Cardioangiologica 2013 August;61(4):377-91

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

  TAVI 2013: UN AGGIORNAMENTO


Minerva Cardioangiologica 2013 August;61(4):377-91

lingua: Inglese

Risultati a lungo termine dopo intervento di sostituzione valvolare aortica percutanea: aspetti positivi e negativi

Godino C. 1, Pavon A. G. 1, Colombo A. 1, 2

1 Cardio-Thoracic-Vascular Department, San Raffaele Institute, Milan, Italy;
2 EMO-GVM Centro Cuore Columbus, Milan, Italy


PDF  


Il progresso scientifico e tecnologico nel campo medico ha reso oggi possibile il trattamento di alcune patologie valvolari in pazienti molto anziani e in quelli a elevato rischio perioperatorio, per i quali, fino a pochi anni fa, la terapia farmacologica costituiva l’unica cura. Attualmente, è possibile trattare mediante interventi di sostituzione valvolare aortica percutanea (transcatheter aortic valve implantation, TAVI) i pazienti affetti da severa stenosi aortica. Dopo più di 50000 impiantati percutanei in tutto il mondo, la TAVI costituisce una valida alternativa alla chirurgia. Lo studio PARTNER è stato il primo che ha dimostrato la non inferiorità della rispetto alla chirurgia nei pazienti ad alto rischio. Tuttavia, cosi come per tutte le nuove procedure interventistiche, anche la TAVI presenta attuali limiti di indicazione dovuti, in parte, alle complicanze peri-procedurali ed all’insorgenza di alcuni effetti avversi correlati alla procedura (rigurgito paravalvolare aortico e disturbi della conduzione elettrica) che rendono i dati sulla efficacia clinica a lungo termine non cosi univoci. In questo lavoro, presenteremo quelli che sono i risultati immediati e le complicanze legate alle procedure TAVI e il relativo impatto sull’outcome clinico a lungo termine. I nuovi progressi tecnologici hanno portato alla realizzazione di nuove valvole aortiche percutanee e promettono di semplificare e di migliorare i risultati della TAVI, riducendo il tasso di complicanze e di effetti avversi che possono influire sul risultato clinico a lungo termine. Pertanto, riteniamo che presto, quando alcuni di questi punti deboli saranno superati, anche i pazienti a basso rischio forse potranno beneficiare della TAVI.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

cosmogodino@gmail.com