Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2013 Giugno;61(3) > Minerva Cardioangiologica 2013 Giugno;61(3):351-65

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2013 Giugno;61(3):351-65

lingua: Inglese

Rare cardiomiopatie: caratteristiche diagnostiche

Novo G. 1, Fazio G. 1, Di Salvo G. 3, Di Bella G. 2, Zito C. 2, Carità P. 1, Centineo F. 1, Toia P. 1, Mancuso D. 1, Castellano F. 1, Carerj S. 2, Novo S. 1

1 Division of Cardiology, University of Palermo, Palermo, Italy;
2 Division of Cardiology, University of Messina, Messina, Italy;
3 Division of Cardiology, V. Monaldi Hospital, Naples, Italy


PDF  


Le cardiomiopatie costituiscono un gruppo eterogeneo di malattie che coinvolgono il miocardio. Possono indurre disordini meccanici e/o aritmici e conseguono ad una varietà di cause, spesso d’impronta genetica. A causa del loro elevato numero e della complessità del quadro clinico ad esse associate, l’identificazione è spesso difficoltosa. L’ecocardiografia si è affermata come strumento principe nella diagnosi delle cardiomiopatie. In questa review abbiamo mirato a descrivere le principali caratteristiche cliniche e, soprattutto, ecocardiografiche utili per un corretto inquadramento fisiopatologico e diagnostico di alcune cardiomiopatie rare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

salvatore.novo@unipa.it