Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2012 Dicembre;60(6) > Minerva Cardioangiologica 2012 Dicembre;60(6):593-609

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

 

Minerva Cardioangiologica 2012 Dicembre;60(6):593-609

 REVIEW

Scompenso cardiaco: aspetti molecolari, genetici ed epigenetici

D’Alessandro R., Roselli T., Valente F., Iannaccone M., Capogrosso C., Petti G., Alfano G., Masarone D., Ziello B., Fimiani F., Pacileo G., Russo M. G., Calabrò P., Limongelli G., Maddaloni V., Calabrò R.

Department of Cardiology, Monaldi Hospital, Second University of Naples, Naples, Italy

I fattori che concorrono all’instaurarsi dello scompenso cardiaco non sono completamente conosciuti. Negli ultimi anni i miglioramenti tecnologici ci hanno permesso di studiare più approfonditamente gli aspetti molecolari e genetici di questa complessa patologia. Questo nuovo approccio allo scompenso cardiaco è basato sulle nuove scoperte nel campo della biologia cardiovascolare molecolare ci evidenzia più chiaramente le basi fisiopatologiche della malattie e ci permette di intravedere un futuro scenario in cui la genetica potrà essere utile nella pratica clinica, come screening dei soggetti a rischio, nella diagnosi e terapia delle malattie del miocardio. Lo scopo di questa review è cercare di analizzare i fattori molecolari, genetici ed epigenetici che concorrono allo scompenso cardiaco; provando a spiegare la fisiopatologia molecolare cominciando dall’anatomia molecolare del sarcomero e descrivendo le modificazioni patologiche che portano alla patologia abbandonando l’ottica monogenica che si è perseverata in passato a favore del concetto di una malattia poligenica in cui vari classi di geni, in diversi momenti, interagiscono nello sviluppo di una medesima sindrome. Differenti attori giocano un diverso ruolo come geni causa della patologia in se, modificando l’espressione fenotipica della malattia o la prognosi del paziente.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina