Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2012 Aprile;60(2) > Minerva Cardioangiologica 2012 Aprile;60(2):147-56

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2012 Aprile;60(2):147-56

lingua: Inglese

Statine e patologia cardiovascolare: evidenze cliniche e prospettive future

Biasucci L. M., Stefanelli A., Biasillo G.

Institute of Cardiology, Sacro Cuore University, Rome, Italy


PDF  


Numerosi trial clinici hanno dimostrato in maniera inequivocabile gli effetti benefici della terapia con statine sul rischio cardiovascolare sia nei pazienti con storia di malattia coronarica sia nei soggetti sani con più fattori di rischio, grazie a una consistente riduzione degli eventi coronarici. L’introduzione in commercio di statine di efficacia sempre maggiore ha posto la questione se un trattamento ipolipemizzante aggressivo con statine rispetto a terapia con dosi standard possa migliorare gli outcome e diversi trial clinici hanno confermato questa ipotesi. Un importante aspetto, inoltre, riveste il ruolo pleiotropico proprio di questa categoria di farmaci: le statine, infatti, riducono la flogosi che riveste un ruolo di primo piano nell’aterosclerosi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

antonella_84@hotmail.com