Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2012 April;60(2) > Minerva Cardioangiologica 2012 April;60(2):133-46

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2012 April;60(2):133-46

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

CT dual source: stato dell’arte nello studio dell’anatomia normale e delle varianti anatomiche delle arterie coronarie e dei segmenti miocardici

De Cecco C. N. 1, Bastarrika G. 2, Arraiza M. 2, Maurizi Enrici M. 1, Pueyo J. 2, Muscogiuri G. 1, Fina P. 1, Anselmi A. 3, Di Girolamo M. 1, David V. 1

1 Dipartimento di Scienze Radiologiche, Università La Sapienza di Roma, Ospedale Sant’Andrea, Roma, Italia
2 Servizio di Radiologia, Clinica Universitaria Università di Navarra, Pamplona, Spagna
3 Dipartimento di Cardiochirurgia, Università Cattolica, Roma, Italia


PDF  


La tecnica di elezione nello studio della patologia coronarica è rappresentata attualmente dalla coronarografia convenzionale, procedura invasiva non esente da complicanze. Lo sviluppo della TC multidetettore ha permesso lo studio di tale distretto anatomico in maniera non invasiva. Tale tecnica permette inoltre di visualizzare efficacemente le anomalie di origine e di decorso delle coronarie. Lo sviluppo di scanner sempre più performanti, culminato recentemente nella TC Dual Source, ha permesso di ottenere un incremento della qualità delle immagini delle coronarie, un miglioramento della visualizzazione dei tratti distali e dei piccoli rami collaterali. Lo scopo del nostro lavoro è di presentare l’attuale stato dell’arte nella diagnostica non invasiva delle coronarie rappresentato dalla TC Dual Source, mediante immagini dell’anatomia normale, delle principali varianti ed anomalie coronariche e dei corrispettivi segmenti miocardici irrorati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

carlodececco@gmail.com