Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2010 October;58(5) > Minerva Cardioangiologica 2010 October;58(5):599-610

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,695


eTOC

 

REVIEW  TERAPIA INTENSIVA CARDIOLOGICA - PARTE II


Minerva Cardioangiologica 2010 October;58(5):599-610

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Stent medicati Nobori: un aggiornamento sui risultati clinici

Danzi G. B. 1, Chevalier B. 2, Ostojic M. 3, Hamilos M. 4, Wijns W. 5

1 Fondazione IRCCS Cà Granda, Ospedale Maggiore Policlinico, Milan, Italy; 2 Institut Cardiovasculaire Paris Nord, Massy, France; 3 Clinical Centre of Serbia, Belgrade, Serbia; 4 University Hospital of Heraklion, Crete, Greece; 5 Cardiovascular Center, Aalst, Belgium


PDF  


Gli stent medicati (drug eluting stents, DES) hanno cambiato il panorama della cardiologia interventistica con la loro alta efficacia nella prevenzione della restenosi. Sono disponibili per l’uso clinico vari DES con differenti farmaci, polimeri e piattaforme. Il Nobori™ è uno stent medicato di nuova generazione. Il farmaco, il Biolimus A9™, analogo del sirolimus, viene immerso in un polimero biodegradabile che è applicato unicamente sulla faccia abluminale di una piattaforma di acciaio inossidabile flessibile. La matrice che fa da polimero di supporto per il farmaco è progettata per rilasciare quest’ultimo simultaneamente alla degradazione del polimero stesso in un processo della durata di 6-9 mesi. La copertura, compatibile con la lipofilia del farmaco, è prevista per ottimizzare la distribuzione del farmaco e per ridurre il suo rilascio nella circolazione periferica. La faccia luminale senza farmaco potrebbe ridurre l’impatto negativo sull’endotelizzazione osservata con i DES con copertura circonferenziale e con i polimeri duraturi. Lo stent Nobori™ è estensivamente studiato nel programma clinico comprensivo NOBORI. Questo stent, nello studio NOBORI 1, ha dimostrato di essere superiore allo stent Taxus Liberte per la late loss tardiva in-stent a 9 mesi, in maniera simile allo stent Cypher nello studio NOBORI CORE, mentre ha mostrato prestazioni migliori rispetto entrambi gli stent nello studio di valutazione indiretta della fuzione endoteliale a 6-9 mesi dopo l’impianto dello stent. La pietra miliare del trial NOBORI è il tasso molto basso di trombosi intra-stent tardiva unitamente al tasso eccezionalmente basso di rivascolarizzazione delle lesioni target.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

gbdanzi@tin.it