Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2009 Ottobre;57(5) > Minerva Cardioangiologica 2009 Ottobre;57(5):657-66

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

 

Minerva Cardioangiologica 2009 Ottobre;57(5):657-66

 REVIEW

Valutazione della risposta al clopidogrel dopo impianto di stent medicati

Price M. J.

Division of Cardiovascular Diseases, Scripps Clinic, La Jolla, CA, USA

Il Clopidogrel è fondamentale nel trattamento dei pazienti affetti da malattia coronarica, in quanto è in grado di diminuire il tasso di eventi ischemici nei pazienti colpiti da sindrome coronarica acuta, da infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ed in quelli sottoposti ad intervento coronarico percutaneo (percutaneous coronary intervention, PCI). Una doppia terapia prolungata a base di aspirina e di una tienopiridina è d’obbligo dopo l’impianto di uno stent medicato. In ogni caso è stata osservata una sostanziale variabilità tra gli individui nella farmacocinetica e nella farmacodinamica del clopidogrel e l’assenza di effetto è stata associata con una prognosi negativa dopo PCI, inclusa la trombosi intrastent medicato. Lo sviluppo di saggi sulla funzionalità piastrinica che possano essere eseguiti in un laboratorio clinico o nel luogo di assistenza del malato hanno permesso di integrare la valutazione della risposta al Clopidogrel nella pratica clinica. L’utilizzo in clinica dei saggi di funzionalità piastrinica necessita la comprensione dei tipi di metodologie disponibili, dell’interpretazione dei risultati che vengono forniti e delle differenti potenziali opzioni di trattamento nei pazienti identificati come soggetti a rischio. Diversi trial clinici randomizzati in corso stanno valutando la sicurezza e l’efficacia della terapia anti-aggregante piastrinica, basandosi sul saggio della funzionalità piastrinica, per ridurre gli eventi ischemici dopo PCI con stent medicati.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina