Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2008 Ottobre;56(5) > Minerva Cardioangiologica 2008 Ottobre;56(5):511-25

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi

Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4725

Online ISSN 1827-1618

 

Minerva Cardioangiologica 2008 Ottobre;56(5):511-25

 REVIEW

Tomografia a coerenza ottica: applicazioni cliniche e valutazione degli stent a rilascio di farmaci

Gonzalo N., Serruys P. W., Regar E.

Thoraxcenter, Erasmus Medical Center Rotterdam, The Netherlands

La tomografia di coerenza ottica (OCT) è una modalità di imaging basata sulla luce in grado di fornire immagini in vivo ad alta risoluzione delle arterie coronarie. Negli ultimi anni, vi è stato un continuo sviluppo tecnologico che ha migliorato la qualità dell’immagine ed ha semplificato la procedura di acquisizione, allo scopo di ottenere l’applicazione diffusa di questa tecnica in ambito clinico. Per la sua elevata risoluzione, la OCT può rappresentare uno strumento di elevato valore per la valutazione della parete arteriosa coronarica, l’impatto acuto ed a lungo termine degli interventi percutanei sulla struttura della placca e l’architettura del vaso e la valutazione degli stent. Durante l’applicazione dei stent, la OCT offre la possibilità di valutare il posizionamento dello stent in elevato dettaglio e può identificare la presenza di danni vascolari dovuti all’impianto dello stent stesso. Al follow-up, la OCT consente di verificare la copertura tissutale delle varie parti del dispositivo. Questo aspetto è di particolare interesse per gli stent a rilascio di farmaci, in cui la proliferazione neointimale è inibita al punto tale che non può essere visualizzata con tecniche di imaging intracoronarico convenzionali quali la sonografia intravascolare. In riferimento all’analisi della parete vascolare, la OCT promette la possibilità di identificare la presenza di fibroateromi dotati di capsula sottile, vista la capacità di fornire informazioni sulla composizione della placca, la presenza di macrofagi e lo spessore della capsula fibrosa.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina