Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2008 June;56(3) > Minerva Cardioangiologica 2008 June;56(3):335-48

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  SCOMPENSO CARDIACO IN ETA'PEDIATRICA


Minerva Cardioangiologica 2008 June;56(3):335-48

lingua: Inglese

Cellule staminali nello scompenso cardiaco pediatrico

Pillekamp F. 1, Khalil M. 2, Emmel M. 1, Brockmeier K. 1, Hescheler J. 2

1 Department of Pediatric Cardiology, University of Cologne, Cologne, Germany
2 Institute of Neurophysiology, University of Cologne, Cologne, Germany


PDF  


Lo scompenso cardiaco pediatrico potrebbe essere un target ideale per la terapia rigenerativa. La terapia con cellule staminali ha infatti la potenziale capacità di fornire nuovi cardiomiociti funzionali. Mentre le staminali adulte hanno dimostrato negli adulti solo minimi o nessun beneficio terapeutico, senza peraltro alcuna evidenza di transdifferenziazione, le cellule staminali embrionali possono differenziare in qualsiasi tipo cellulare, inclusi i cardiomiociti. Tuttavia, l’uso delle cellule staminali embrionali derivate dalla massa interna della blastocisti si associa a problemi di carattere etico ed immunologico. In ogni caso, sono necessari ancora numerosi progressi sperimentali prima che le strategie di sostituzione cellulare diventino clinicamente applicabili. Poiché la fisiopatologia sottostante cambia significativamente con l’età, occorre cautela nell’estrapolare i dati ottenuti in modelli sperimentali di cardiopatia ischemica ed in studi clinici sull’adulto, ritenendoli direttamente applicabili alla popolazione pediatrica. Tuttavia, alcune forme di cardiopatie congenite e specialmente di cardiomiopatia dilatativa presentano ancora opzioni terapeutiche assai limitate. Quasi la metà dei bambini con cardiomiopatia sintomatica ricevono un trapianto o decedono entro due anni. Gli autori discutono le fonti rilevanti di cellule staminali per le terapie cellulari. Inoltre, considerate le differenze nelle sottostanti patologie fra i pazienti pediatrici ed adulti con scompenso cardiaco, vengono esaminate le forme di scompenso cardiaco pediatrico che presentano la maggiore probabilità di beneficio ed il tipo cellulare più appropriato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail