Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2008 June;56(3) > Minerva Cardioangiologica 2008 June;56(3):311-19

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  SCOMPENSO CARDIACO IN ETA'PEDIATRICA


Minerva Cardioangiologica 2008 June;56(3):311-19

lingua: Inglese

Scompenso cardiaco in età pediatrica

Picchio F. M., Formigari R., Balducci A.

Cardiovascular Department Pediatric Cardiology and Adult Congenital Unit University of Bologna S. Orsola-Malpighi HospitalBologna, Italy


PDF  


Lo scompenso cardiaco in età pediatrica presenta similitudini e differenze rispetto all’età adulta; l’eziologia dello scompenso cardiaco nel bambino presenta un ampio spettro di patologie e le cardiopatie congenite sono di gran lunga la causa più frequente. Le condizioni con sovraccarico di volume e/o di pressione con miocardio normale costituiscono il quadro fisiopatologico tipico, mentre più rare sono in età pediatrica le cause di patologia intrinseca con disfunzione contrattile del miocardio. Sul piano clinico i quadri di presentazione dello scompenso cardiaco nelle prime età della vita hanno alcune caratteristiche non usuali in pazienti di età maggiore. La terapia medica dello scompenso si basa su diuretici dell’ansa, ACE- inibitori , beta-bloccati e digitale. Nello scompenso cardiaco acuto e nelle condizioni di bassa portata sono impiegati nuovi farmaci quali gli inibitori della fosfodiesterasi ed il Levosimendan in alternativa o in aggiunta ai classici inotropi. Il trattamento non farmacologico nelle situazioni avanzate di scompenso si avvale anche nel bambino dell’impianto di defibrillatore automatico e della terapia di risincronizzazione elettrica. Come ponte al trapianto cardiaco esiste già una buona esperienza di assistenza circolatoria. Infine il trapianto cardiaco rimane l’opzione di scelta nei pazienti con scompenso cardiaco avanzato, o refrattario alla terapia convenzionale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail