Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2008 April;56(2) > Minerva Cardioangiologica 2008 April;56(2):205-13

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2008 April;56(2):205-13

lingua: Inglese

Stent biodegradabili

Ramcharitar S., Serruys P. W.

Department of Interventional Cardiology Thoraxcenter Erasmus Medical Center Rotterdam, The Netherlands


PDF  


Gli stent bioassorbibili devono essere biocompatibili, anche nei loro prodotti di degradazione. La sfida consiste nell’identificazione di materiali che presentino il minimo ritorno elastico e che restino in situ per diversi mesi prima del loro completo bioassorbimento. Vi sono ora dei validi stent polimerici e metallici bioassorbibili con incoraggianti dati preclinici e clinici. Il loro comportamento non solo avrà un notevole impatto sull’attuale angioplastica coronarica percutanea, ma potrebbe anche avere un ruolo più ampio nella medicina cardiovascolare nel suo insieme.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail