Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2007 October;55(5) > Minerva Cardioangiologica 2007 October;55(5):637-46

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2007 October;55(5):637-46

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento percutaneo della malattia di graft venosi: attuale stato dell’arte e direzioni future

Vermeersch P., Agostoni P.

Antwerp Cardiovascular Institute Middelheim AZ Middelheim, Antwerp, Belgium


PDF  


Il trattamento percutaneo dei pazienti con malattia aterosclerotica a carico dei graft venosi coronarici rappresenta ancora una notevole sfida terapeutica nella cardiologia interventistica. In questo articolo, gli autori discutono le attuali conoscenze evidence-based relative al trattamento percutaneo di questo tipo di lesioni, focalizzando l’attenzione sui dispositivi considerati oggi il gold standard per questo trattamento: stent metallici convenzionali e dispositivi di protezione distale. Inoltre commentano i risultati negativi dei trial condotti sugli stent ricoperti al PTFE. Infine, forniscono un approfondimento in tema di recenti evidenze sull’uso degli stent a rilascio di farmaci (drug eluting stents, DES) nei graft venosi. Questi dispositivi sono potenzialmente una notevole promessa per un efficace trattamento della malattia dei graft venosi. Tuttavia, i dati attualmente disponibili sull’efficacia e la sicurezza a lungo termine di questi stent sono contraddittori e suggeriscono un’opportuna cautela.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail