Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2007 April;55(2) > Minerva Cardioangiologica 2007 April;55(2):213-27

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,695


eTOC

 

REVIEW  ECOCARDIOGRAFIA NEL PAZIENTE CARDIOCHIRURGICO


Minerva Cardioangiologica 2007 April;55(2):213-27

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Decisioni cliniche perioperatorie nella chirurgia per la sostituzione valvolare mitralica

Naqvi T. Z.

Cardiac Non Invasive Laboratory Division of Cardiology Department of Medicine Cedars-Sinai Medical Center and David Geffen UCLA School of Medicine Los Angeles, CA, USA


PDF  


L’ecocardiografia ha svolto un ruolo fondamentale nel progresso della chirurgia valvolare mitralica ricostruttiva, rivoluzionata a metà degli anni ’80 dalla “correzione francese” introdotta da Alain Carpentier. In tutto il mondo, l’insufficienza mitralica (IM) è la patologia valvolare cardiaca di maggiore impatto. L’IM è correlata all’eziologia reumatica nel mondo sottosviluppato e all’eziologia degenerativa nei Paesi occidentali. L’ecocardiografia svolge un ruolo fondamentale nella gestione dei pazienti con IM significativa. Ciò include la valutazione e il follow-up durante la gestione medica dell’IM, fino all’ecografia intraoperatoria durante la riparazione valvolare e al follow-up postchirurgico, mediante una combinazione di tecniche ecocardiografiche (transtoracica, transesofagea). Nuovi sviluppi includono l’ecocardiografia tridimensionale, transtoracica e transesofagea. Questa review discute ed esamina il ruolo dell’ecocardiografia nella diagnosi, la terapia e il follow-up dei pazienti con IM clinicamente significativa. La discussione sarà incentrata in particolare sulla riparazione mitralica per l’IM degenerativa ad eziologia mixomatosa e sull’IM funzionale e ischemica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail