Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2006 Ottobre;54(5) > Minerva Cardioangiologica 2006 Ottobre;54(5):679-85

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi

Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4725

Online ISSN 1827-1618

 

Minerva Cardioangiologica 2006 Ottobre;54(5):679-85

 REVIEW

Terapia interventista per la vasculopatia carotidea mediante angioplastica e stenting con protezione embolica

Loftus M. L. 1, Schumacher H. C. 2, Meyers P. M. 3

1 Columbia University College of Physicians and Surgeons New York, NY, USA
2 Doris and Stanley Tananbaum Stroke Center Neurological Institute Columbia University College of Physicians and Surgeons, New York, NY, USA
3 Departments of Radiology and Neurological Surgery Columbia University College of Physicians and Surgeons, New York, NY, USA

L’angioplastica arteriosa carotidea con impianto di stent (ACS) è emersa come una valida alternativa all’endoarterectomia nel trattamento della vasculopatia obliterante della carotide. I progressi delle tecniche endovascolari ed il miglioramento degli stent medicati ha colmato rapidamente il divario tra le procedure endovascolari e le tradizionali metodiche chirurgiche, considerate gold standard. Inoltre, lo sviluppo di dispositivi di protezione embolica cerebrale ha ridotto l’incidenza di embolizzazione distale di materiale ateromasico durante questo tipo di procedure ed ha considerevolmente diminuito il tasso di ictus periprocedurali. I continui progressi della protezione embolica distale hanno dunque ulteriormente migliorato il profilo di rischio dell’ACS ed è stato inoltre dimostrato che la maggiore esperienza degli operatori in questo tipo di procedure interventistiche riduce il tasso di complicanze periprocedurali. I risultati possono inoltre continuare a migliorare via via che un numero crescente di operatori acquisirà una sempre maggiore esperienza con la tecnologia in continua evoluzione dei dispositivi endovascolari. Numerosi trial clinici prospettici stanno al momento confrontando l’efficacia dell’ACS con protezione embolica con l’endoarterectomia in diverse coorti di pazienti. Questa review esaminerà le nozioni fondamentali e la letteratura corrente in tema di angioplastica e di stenting per la vasculopatia obliterante carotidea, discutendo inoltre i metodi attualmente impiegati per prevenire l’embolizzazione distale durante la procedura.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina