Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2006 Ottobre;54(5) > Minerva Cardioangiologica 2006 Ottobre;54(5):619-31

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi

Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4725

Online ISSN 1827-1618

 

Minerva Cardioangiologica 2006 Ottobre;54(5):619-31

 REVIEW

Imaging non invasivo delle arterie coronarie

Stein P. D. 1,2, Hoffmann U. 3, Beemath A. 1, Moselewski F. 3

1 St. Joseph Mercy Oakland Hospital Pontiac, MI, USA
2 Wayne State University, Detroit, MI, USA
3 Massachussetts General Hospital Boston, MA, USA

La disponibilità di un metodo affidabile di imaging non invasivo per le stenosi coronariche significative avrebbe enormi implicazioni sia in termini di costo delle procedure diagnostiche, sia in termini di una maggiore sicurezza del paziente. In passato, il movimento cardiaco e la presenza di placche calcifiche rendevano ininterpretabile un numero sostanziale di immagini delle arterie coronariche ottenute con la tomografia computerizzata (TC). L’accuratezza della TC multidetector per la diagnosi delle stenosi coronariche è, tuttavia, progressivamente migliorata da quando gli strumenti sono passati dalle TC a 4 e 16 sezioni alle TC a 64 sezioni. Con la TC a 64 sezioni, è, infatti, possibile ottenere una scansione dell’intero albero arterioso coronarico in 10-13 s. I dati ottenuti da alcuni studi condotti con TC a 64 sezioni hanno, infatti, riportato che la proporzione dei segmenti coronarici non valutabili è pari solo al 4%. La sensibilità della TC a 64 sezioni per la diagnosi di stenosi coronariche significative (>50% o ≥50%) in un paziente, sulla base dei dati disponibili, è stata del 97%, con una specificità del 91%. L’identificazione con TC a 64 sezioni di stenosi significative in qualsiasi segmento è stata, sulla base dei dati unificati, del 91%, con una specificità del 96%. In un numero limitato di pazienti, la sensibilità per la diagnosi di stenosi coronarica significativa nei segmenti prossimali è stata del 100%, nei segmenti medi del 94% e nei segmenti distali pari all’80%. La TC multidetector fornisce inoltre l’opportunità di quantificare le placche coronariche non calcifiche, che possono potenzialmente essere un forte predittore di eventi cardiaci. È stata, inoltre, dimostrata la sua utilità per la diagnosi di stenosi dei bypass arteriosi coronarici.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina