Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2006 Agosto;54(4) > Minerva Cardioangiologica 2006 Agosto;54(4):417-29

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

 

Minerva Cardioangiologica 2006 Agosto;54(4):417-29

 REVIEW

The pathophysiology of target organ damage in hypertension

Karpha M., Lip G. Y. H.

Haemostasis, Thrombosis and Vascular Biology Unit University Department of Medicine City Hospital Birmingham, UK

L’ipertensione arteriosa è una patologia frequente, oltre che un fattore di rischio ben conosciuto per la morbilità e mortalità cardiovascolare. L’ipertensione è inoltre associata allo sviluppo di danno o disfunzione di numerosi organi, determinando vasculopatia cerebrale acuta, proteinuria, insufficienza renale e retinopatia. Questi danni o disfunzioni sono comunemente indicati come danno d’organo ipertensivo (DO). Lo sviluppo del DO è un processo multifattoriale che coinvolge diversi elementi della biologia vascolare, quali il sistema renina-angiotensina-aldosterone, stati protrombotici, processi infiammatori e funzione endoteliale. Questi fattori sono tra loro correlati nel contribuire allo sviluppo del DO. Poiché l’ipertensione costituisce un’importante sfida per la salute pubblica su scala mondiale, sarebbe importante ottenere una migliore comprensione dei processi sottostanti, aiutando così a sviluppare nuove strategie terapeutiche per la prevenzione delle sue complicanze. L’obiettivo di questa review è descrivere i diversi meccanismi coinvolti nella patogenesi del DO ipertensivo, esaminando in particolare le più recenti acquisizioni in quest’area.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina