Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2006 Giugno;54(3) > Minerva Cardioangiologica 2006 Giugno;54(3):387-91

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Cardioangiologica 2006 Giugno;54(3):387-91

lingua: Inglese

Contrast-induced nephropathy: epidemiology and prevention

Bagshaw S. M., Culleton B. F.

Department of Pediatrics University of Genoa, Genoa, Italy


PDF  


La sindrome di Kearns-Sayre (caratterizzata dallo sviluppo, prima dei 20 anni, di oftalmoplegia cronica, degenerazione pigmentaria retinica e almeno uno dei seguenti sintomi: atassia, blocco di conduzione cardiaca atrio-ventricolare e iperoproteinorrachia nel liquor cefalorachidiano) è una variante severa dell’oftalmoplegia esterna cronica progressiva con frequenti riarrangiamenti del DNA mitocondriale (mtDNA). L’obiettivo di questo articolo è quello di riportare un caso pediatrico sporadico di sindrome di Kearns-Sayre con delezione eteroplasmica del mtDNA, assenza della citocromo c-ossidasi in numerose fibre muscolari, tiroidite autoimmune e blocco di conduzione atrio-ventricolare completo, in cui è stata posta diagnosi di ipotiroidismo subclinico associato a tiroidite autoimmune.
L’ipotiroidismo subclinico, più grave in presenza di anticorpi anti-tiroidei, può avere contribuito alla patogenesi della patologia cardiovascolare. Abbiamo ipotizzato che in questo paziente, predisposto dalla delezione mitocondriale, gli anticopri anti-tiroide possano avere interferito con la funzionalità mitocondriale del sistema di conduzione cardiaco, causando un blocco di conduzione atrio-ventricolare. Appare pertanto importante ricercare la presenza di anticorpi anti-tiroidei in tutti i casi di sindrome di Kearn-Sayre, specialmente se sono presenti disturbi del ritmo cardiaco.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail