Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2006 Giugno;54(3) > Minerva Cardioangiologica 2006 Giugno;54(3):331-6

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

  HEART DISEASE AND WOMEN


Minerva Cardioangiologica 2006 Giugno;54(3):331-6

lingua: Inglese

Peripartum cardiomyopathy

Kaaja R.

Department of Obstetrics and Gynecology Helsinki University Hospital, Helsinki, Finland


PDF  ESTRATTI


La cardiomiopatia periparto (PPCM) è una rara malattia di cause ignote che si manifesta nelle donne gravide, più comunemente nel primo periodo dopo il parto. Presenta molte caratteristiche cliniche in comune con la cardiomiopatia dilatativa idiopatica, ma si manifesta in donne più giovani e si associa ad una migliore prognosi. La sua eziologia e patogenesi sono scarsamente comprese, tuttavia le attuali ipotesi includono cause infettive, immunologiche, nutrizionali e iatrogene. La diagnosi si basa sulla presenza di scompenso cardiaco congestizio e di evidenze oggettive di disfunzione sistolica ventricolare sinistra. Il tasso di mortalità da PPCM è diminuito negli ultimi 10 anni, presumibilmente grazie ai miglioramenti della terapia medica dello scompenso cardiaco e all’uso di defribillatori impiantabili.
Per le pazienti refrattarie alla terapia farmacologia convenzionale, possibili opzioni terapeutiche sono il trapianto di cuore e il supporto circolatorio meccanico. In meno del 50% delle pazienti affette da PPCM, la funzione ventricolare sinistra viene normalizzata con la terapia farmacologica. Tuttavia, successive gravidanze sono spesso associate alla ricorrenza di disfunzione sistolica ventricolare sinistra.

inizio pagina