Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2006 April;54(2) > Minerva Cardioangiologica 2006 April;54(2):195-214

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

  CLINICAL ADVANCES IN METABOLIC SYNDROME


Minerva Cardioangiologica 2006 April;54(2):195-214

lingua: Inglese

Metabolic syndrome, diabetes and cardiovascular events: current controversies and recommendations

Zarich S. W.

Division of Cardiovascular Medicine Department of Medicine Bridgeport Hospital, Bridgeport Yale University School of Medicine New Haven, CT, USA


PDF  


La sindrome metabolica è oggi presente nel 40% della popolazione adulta degli Stati Uniti. Essa si associa a un quasi raddoppiamento dell’incidenza di eventi cardiovascolari, indipendentemente dalla presenza di diabete mellito. Il concetto stesso di sindrome metabolica, tuttavia, è stato recentemente posto in discussione da alcuni. È infatti dibattuto se la presenza di sindrome metabolica in quanto tale contribuisca al rischio cardiovascolare globale in misura superiore alla somma delle sue singole componenti metaboliche. In considerazione della diffusione epidemica dell’obesità nei Paesi industrializzati e nel Terzo Mondo, questo aspetto è di notevole importanza. Il presente articolo affronta in modo critico questa tematica, esaminando l’associazione della sindrome metabolica con l’accelerazione del rischio cardiovascolare e con lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2.
In questo articolo, discuteremo inoltre la fisiopatologia delle patologie cardiovascolari e del diabete mellito nella sindrome metabolica, con particolare attenzione alla potenziale importanza di una diagnosi precoce della sindrome metabolica e di uno specifico approccio all’insulino-resistenza. Fatta salva la necessità di ulteriori dati e conoscenze, è evidente che la sindrome metabolica costituisce un fenomeno epidemico su scala mondiale, in associazione all’obesità centrale e alla sottostante insulino-resistenza, che determinerà un marcato incremento dell’incidenza di eventi cardiovascolari e di diabete mellito nel prossimo futuro. Ulteriori studi sono necessari per comprendere il ruolo di una terapia aggressiva nella prevenzione del diabete mellito di tipo 2 e degli eventi cardiovascolari nella popolazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail