Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2004 December;52(6) > Minerva Cardioangiologica 2004 December;52(6):465-78

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

  SCOMPENSO CARDIACO


Minerva Cardioangiologica 2004 December;52(6):465-78

lingua: Inglese

Some current controversies in heart failure (2004-2005)

Cleland J. G. F., Loh H., Windram J.


PDF  


La differenza tra quanto credono i medici e la pratica clinica a volte può essere abissale. Ciò riflette secoli di addestramento su come trattare i pazienti in assenza di evidenza che guidi la pratica clinica. Sempre più la malattia sta diventando suscettibile al trattamento, richiedendo un cambiamento dell'approccio professionale dalla classica, fiduciosa ipotesi, all'applicazione di dati obiettivi. L'arroganza e la certezza, nate dall'ignoranza, e l'aggrapparsi disperati a un fuscello immaginario probabilmente giocano ancora un ruolo in medicina quando il trattamento convenzionale è fallito, ma questo ruolo dovrebbe essere sempre meno importante nella professione medica. Da tempo l'epidemiologia non fornisce più dati sufficienti per concludere che un intervento è efficace; con poche eccezioni, sono necessari studi clinici controllati e randomizzati. È giunto il momento di una pratica medica di maggior successo e più obiettiva.
Di conseguenza, è anche appropriato un maggior grado di scetticismo circa i benefici dichiarati, che dovrebbe essere applicato equamente ai vecchi e nuovi tipi di trattamento.
Naturalmente, non vi sono 2 pazienti simili, e i dati oggettivi restano la guida su come i pazienti dovrebbero essere trattati, piuttosto che una serie di rigide regole. Le linee guida vanno considerate per quello che sono, non sono decreti infallibili.
In questo articolo vengono discusse alcune delle controversie attuali circa la gestione dell'insufficienza cardiaca per quanto riguarda la diagnosi, l'insufficienza cardiaca diastolica, il ruolo dei peptici natriuretici, la perdita di chiari benefici clinicamente rilevanti (e perciò un possibile danno) dell'aspirina, delle statine, dei defibrillatori impiantabili o delle rivascolarizzazioni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail