Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2004 Giugno;52(3) > Minerva Cardioangiologica 2004 Giugno;52(3):183-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2004 Giugno;52(3):183-8

lingua: Inglese

Diagnostic coronary arteriography in the interventional era: a combination of technical advancements, new mental attitude, and improved skill

Rigatelli G., Rigatelli G. L.


PDF  


Nel corso degli ultimi 20 anni, la coronarografia ha compiuto numerosi progressi importanti nella propria capacità di individuare i processi patologici a carico delle arterie coronariche. I significativi progressi riguardanti le tecniche e i materiali per l'angioplastica coronarica e il posizionamento di stent hanno condotto a un utilizzo progressivamente sempre più diffuso della rivascolarizzazione percutanea in un numero crescente di pazienti, compresi quelli affetti da patologie complesse e i polivasculopatici. Comune-mente si ritiene che questa serie di progressi nel panorama interventistico abbia modificato il modo in cui la coronarografia diagnostica viene effettuata nell'ambito della cardiologia di tipo invasivo e interventistico. La completa visualizzazione dell'albero coronarico da diverse angolazioni, l'utilizzo dei nitrati per via intracoronarica, nei casi di stenosi moderata o di alberi coronarici sclerotici, l'impiego di palloncini e stent di misure adeguate, un migliore potere di acquisizione di immagine, quando è necessaria una valutazione precisa della biforcazione o della stenosi dell'ostio oppure quando viene analizzato un segmento di coronaria in cui è stato posizionato uno stent e, infine, un atteggiamento mentale di tipo interventistico, costituiscono parte integrante del bagaglio di strumenti e di competenze a disposizione del cardiologo interventista, che rispecchia le principali innovazioni tecniche nell'equipaggiamento e nei materiali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail