Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2004 Aprile;52(2) > Minerva Cardioangiologica 2004 Aprile;52(2):141-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  FIBRILLAZIONE ATRIALE


Minerva Cardioangiologica 2004 Aprile;52(2):141-54

lingua: Inglese

The role of pacemaker and defibrillator therapy for the treatment of atrial fibrillation

Mitchell A. R. J.


PDF  


Lo sviluppo delle tecnologie riguardanti i pacemaker e i defibrillatori ha condotto a un nuovo orientamento per il trattamento della fibrillazione atriale sintomatica recidivante. Attualmente sono disponibili sofisticati algoritmi per l'ottimizzazione del ritmo di contrazione atriale, insieme a nuovi dispositivi impiantabili dotati di terapie antiaritmiche aggiuntive. I risultati degli studi che valutavano l'efficacia degli algoritmi sviluppati per la prevenzione della tachicardia di origine atriale hanno suggerito che il 50% delle aritmie di origine atriale (compresa la fibrillazione atriale) possono essere efficacemente trattate mediante questi dispositivi. È stato recentemente dimostrato che il defibrillatore atriale costituisce un metodo sicuro ed efficace per ripristinare e mantenere il ritmo sinusale in pazienti selezionati. È possibile migliorare i sintomi e la qualità della vita e alcuni pazienti mostrano una maggiore durata del ritmo sinusale (ritmo sinusale genera ritmo sinusale) con l'utilizzo ripetuto di questo dispositivo. Questa review discute le attuali applicazioni della terapia basata su questo dispositivo per il trattamento della fibrillazione atriale e analizza i suoi vantaggi e i suoi limiti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail