Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2003 October;51(5) > Minerva Cardioangiologica 2003 October;51(5):525-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

  CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA


Minerva Cardioangiologica 2003 October;51(5):525-30

lingua: Inglese

Acetylcysteine for the prevention of radiocontrast-induced nephropathy

Tepel M.


PDF  


La nefropatia indotta da mezzo di contrasto radio-opaco rappresenta la 3° causa più frequente di insufficienza renale acuta intraospedaliera, dopo l'ipotensione e l'intervento chirurgico. I mezzi di contrasto radio-opachi vengono impiegati a dosaggi progressivamente crescenti per diverse procedure e applicazioni terapeutiche. La prevenzione della nefropatia indotta da mezzo di contrasto radio-opaco assumerà un ruolo di importanza sempre maggiore, anche in termini di rischio per la salute del paziente e di costi sociali. La nefropatia indotta da mezzo di contrasto radio-opaco è dovuta all'ischemia della midollare renale mediata da vasocostrizione e al danno diretto di tipo tossico a carico delle cellule epiteliali dei tubuli renali. È possibile che questi effetti siano in parte mediati della produzione di specie reattive dell'ossigeno.
Diversi studi di tipo prospettico, randomizzati e controllati da placebo, condotti su pazienti con insufficienza renale di grado moderato, hanno dimostrato che la somministrazioner per via orale di una dose di 600 mg di acetilcisteina a scopi profilattici, unitamente all'idratazione, previene la riduzione della funzionalità renale in seguito a somministrazione di mezzo di contrasto radio-opaco. Recentemente è stato dimostrato che la somministrazione di acetilcisteina per via endovernosa è parimenti efficace.
L'utilizzo dell'acetilcisteina, unitamente all'idratazione, rappresenta il trattamento di elezione per la prevenzione della nefropatia indotta da mezzo di contrasto radio-opaco.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail