Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2003 Agosto;51(4) > Minerva Cardioangiologica 2003 Agosto;51(4):387-94

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Cardioangiologica 2003 Agosto;51(4):387-94

lingua: Italiano

Effetti del fumo di sigaretta sulla circolazione periferica. Rilievi termografici e pressori

Di Carlo A., Ippolito F.


PDF  


Obiettivo. Gli effetti nocivi cronici del fumo sull'apparato cardiovascolare ed in particolare sulle arterie coronariche, renali ed arterie periferiche sono noti. Abbiamo studiato in soggetti fumatori, ipertesi e normotesi, l'effetto acuto sulla pressione arteriosa e sulla circolazione cutanea conseguente all'inalazione del fumo di sigaretta. Sono stati esaminati due gruppi di 10 soggetti, distinti in normotesi ed ipertesi, di età compresa tra 50 e 60 anni, invitati a fumare 4 sigarette nel tempo di due ore.
Metodi. La pressione arteriosa omerale è stata valutata mediante Ambulatory Blood Pressure, la circolazione cutanea mediante teletermografia con termostimolazione. I controlli sono stati effettuati in condizioni basali, dopo ogni sigaretta e dopo 60' dall'accensione dell'ultima sigaretta.
Risultati. I risultati hanno posto in evidenza sia nei normotesi che ipertesi un significativo aumento della pressione arteriosa sistolica e diastolica dopo ognuna delle 4 consecutive sigarette. Nel confronto tra i 2 gruppi inoltre l'incremento della pressione sistolica risulta maggiore negli ipertesi rispetto ai normotesi dopo la quarta sigaretta. Analoga risposta è stata osservata a carico del microcircolo cutaneo, con una progressiva caduta dei gradienti termici, più evidente negli ipertesi.
Conclusioni. La dimostrazione dell'effetto cumulativo di più sigarette, rispettivamente sulla pressione e sul microcircolo cutaneo, porta a considerare l'importanza etiopatogenetica e prognostica che tale effetto può rivestire, se proseguito negli anni, in campo clinico. Ai fini poi della prevenzione, le immagini termografiche di «amputazione termica» delle dita potrebbero essere validamente utilizzate nelle campagne di informazione per la lotta al fumo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail