Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2003 Giugno;51(3) > Minerva Cardioangiologica 2003 Giugno;51(3):275-86

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi

Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4725

Online ISSN 1827-1618

 

Minerva Cardioangiologica 2003 Giugno;51(3):275-86

 REVIEW

Life threatening ventricular arrhythmias with transient or correctable causes

Veenhuyzen G. D., Wyse D. G.

Tradizionalmente, l'ischemia del miocardio, gli squilibri elettrolitici e le reazioni ai farmaci di tipo aritmogeno sono stati considerati come cause transitorie o correggibili di tachiaritmie ventricolari potenzialmente mortali. Dati recenti suggeriscono che i pazienti che manifestano tachiaritmie ventricolari attribuite a queste cause presentano una cattiva prognosi. Questo articolo propone una review della letteratura disponibile per quanto riguarda l'ischemia del miocardio, gli squilibri elettrolitici e le reazioni ai farmaci di tipo aritmogeno come cause potenzialmente reversibili di tachicardia ventricolare e di fibrillazione ventricolare. Tutte e 3 queste condizioni risultano essere inequivocabilmente coinvolte nella genesi delle tachiaritmie e di conseguenza necessitano di particolare attenzione clinica (sottolineata nel testo); tuttavia permangono delle difficoltà nella loro identificazione e/o nella correzione delle loro conseguenze. Le reazioni ai farmaci di tipo aritmogeno possono costituire una causa reversibile di tachicardia ventricolare e di fibrillazione ventricolare, mentre l'ipopotassiemia e l'ipomagnesiemia dovrebbero essere considerate fattori di rischio per tachicardia ventricolare e di fibrillazione ventricolare; il ruolo dell'ischemia del miocardio è complesso. In considerazione di ciò, i medici dovrebbero essere estremamente cauti nell'attribuire le tachiaritmie ventricolari a queste 3 condizioni. Sono necessarie ulteriori ricerche al fine di identificare le cause ''veramente reversibili'' di tachicardia ventricolare e di fibrillazione ventricolare.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina