Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2002 Agosto;50(4) > Minerva Cardioangiologica 2002 Agosto;50(4):393-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Cardioangiologica 2002 Agosto;50(4):393-8

lingua: Italiano

Sindrome da intrappolamento dell'arteria poplitea. Caso clinico

Catani M., Manili G., De Milito R., Spaziani E., Di Filippo A., Capitano S.


PDF  


La sindrome da intrappolamento dell'arteria poplitea (PAES) è un'entità patologica non comune causata dalla compressione segmentale dell'arteria poplitea da parte delle strutture muscolo-fibrose circostanti.
La sintomatologia clinica può manifestarsi in modo acuto, con crisi ischemiche transitorie, oppure cronicamente, con claudicatio intermittens del polpaccio interessato e nel 30% dei casi è bilaterale. Il trattamento è essenzialmente chirurgico e va dal semplice sbrigliamento dell'arteria poplitea dalle strutture miofasciali circostanti, alla ricostruzione vascolare con interposizione e/o patching di vena autologa (v. safena) o bypass senza resezione.
Nel caso clinico descritto dagli Autori, paziente di sesso femminile, di 44 anni, con sintomatologia dolorosa acuta al tricipite surale sinistro, cute fredda al termotatto, ipo-parestesie con cianosi acrale al quinto dito del piede omolaterale ed impossibilità alla deambulazione, il trattamento chirurgico, grazie alla diagnosi precoce, è consistito nella semplice tomia di un tralcio miofibroso a partenza dal capo medio del muscolo gastrocnemio sinistro che comprimeva l'arteria poplitea omolaterale, con completa risoluzione del quadro clinico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail