Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2002 Agosto;50(4) > Minerva Cardioangiologica 2002 Agosto;50(4):343-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi

Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4725

Online ISSN 1827-1618

 

Minerva Cardioangiologica 2002 Agosto;50(4):343-6

 ARTICOLI ORIGINALI

Stenosi aortica serrata e malattia coronarica nell'anziano. Epidemiologia e caratteristiche emodinamiche

Rigatelli G., G. F. Franco, Gemelli M., Bolomini L., Rossi P., Rigatelli G.

Obiettivo. I progressi nella tecnica chirurgica rendono possibile ed sicuro l'intervento di sostituzione valvolare aortica anche negli anziani: nei pazienti anziani con stenosi aortica mancano a tutt'oggi dati sulla presenza e caratteristiche della malattia coronarica. Scopo del nostro studio è indagare l'epidemiologia e le caratteristiche emodinamiche di questa associazione negli anziani oltre i 75 anni.
Metodi. In uno studio retrospettivo in ambito ospedaliero, sono stati analizzati 12000 cateterismi cardiaci selezionando i casi di stenosi aortica serrata con più di 75 anni d'età: in questi ultimi è stata indagata la presenza della malattia coronarica e le caratteristiche emodinamiche della associazione.
Risultati. Il 36,6% degli anziani (11 pazienti) è risultato essere associato a lesioni coronariche; le coronarie maggiormente coinvolte sono risultate la coronaria discendente anteriore e la coronaria destra; non si sono osservate differenze nei fattori di rischio tra il gruppo con e quello senza lesioni coronariche associate eccetto che per l'ipertensione arteriosa; le calcificazioni e la presenza di rigurgito mitralico e aortico erano maggiormente rappresentate nel gruppo con lesioni coronariche; tra le variabile emodinamiche frazione d'eiezione e indice cardiaco erano significativamente minori nei pazienti con lesioni coronariche.
Conclusioni. Nei pazienti anziani portatori di stenosi aortica l'associazione con coronaropatia è frequente e maggiore che nell'età giovanile; il quadro anatomico ed emodinamico identifica nei pazienti con coronaropatia una classe a maggior rischio, nella quale coronarografia e intervento combinato di rivascoalrizzazione e sostituzione valvolare sono fondamentali per prognosi.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina